Calcio Napoli. De Laurentiis compie 69 anni. Da 14 anni è il vero protagonista del calcio a Napoli

272
Calcio Napoli. De Laurentiis compie 69 anni. Da 14 anni è il vero protagonista del calcio a Napoli

Candeline in casa Calcio Napoli. Il regalo per i tifosi si chiama Carlo Ancelotti. Gli auguri dei suoi calciatori. Uomo amato ed odiato, orgoglioso ed esplosivo, non conosce ostacoli se non quello (ma è un pregio) del fair play finanziario.

 

Auguri, presidente! Se per i 69 anni ha voluto regalare ai tifosi una figura di primo livello come Carlo Ancelotti, allora si può solo immaginare cosa voglia regalarsi per il prossimo anno (ogni riferimento NON è casuale).

Dalla serie C alla Champions passando per allenatori, calciatori ed esternazioni forti, Aurelio De Laurentiis non è un uomo che sta a guardare ma propone, fa, concretizza senza mai andare oltre l’asticella della tranquillità.

Dal calcio dei mecenati a quello del Fair play finanziario, ADL è la linea di demarcazione: la persona che più ha compreso le esigenze del calcio moderno unendole con le esigenze della tifoseria e con le logiche economiche di impresa. Impresa difficilissima che è riuscita a pochi se non a nessuno.

Durante questi 14 anni sono state tante le volte in cui il tifoso ha detto : “meglio di così non si può fare!”; oppure : “e dove lo troviamo un altro attaccante come Lavezzi (o Cavani, o Higuain)?”. Ed ancora: “perché mandare via Mazzarri, Benitez (ed ora Sarri)?”. Alla fine ha avuto sempre ragione lui: il Calcio Napoli è migliorato, ha mantenuto una solidità economica invidiata in tutta Europa, è diventata la seconda squadra italiana e la quindicesima in Europa. Via Mazzarri dentro un grande come Benitez; via Benitez ecco la scommessa (stravinta di Sarri); via Sarri ecco il numero uno degli allenatori italiani: Carlo Ancelotti.

Via Lavezzi ecco Insigne; Via Cavani ecco Higuain; via Higuain ecco Mertens e Milik: mai una mossa sbagliata, mai un azzardo, mai un passo indietro.

Se qualcuno poteva dire, nei primi anni, che era un uomo fortunato, oggi è giusto dire che è un grande imprenditore, capace di ottimizzare gli elementi a disposizione, di mantenere sempre alta la concentrazione e capace di non superare mai l’asticella del rischio (cosa che è successa molte volte nel calcio, vedi Ferlaino o Inter e Milan dell’ultimo decennio).

Ma Aurelio De Laurentiis non è solo uomo capace di far quadrare i conti ad una impresa ottimizzandone le capacità: è un uomo esplosivo, pieno di idee e visionario. Dalla ristrutturazione della Serie A, al sogno del campionato europeo, allo studio dei mercati orientali per far esplodere il “brand” Calcio Napoli laddove ci sono potenzialità enormi.

Questi gli auguri di Hamsik ed Insigne.

Hamsik: “Caro Presidente, abbiamo trascorso insieme un’altra stagione splendida che ci ha visti protagonisti di una serie di straordinari primati nella storia del Napoli. Un altro traguardo importante all’insegna di un progetto vincente che continua nella  sua splendida crescita”.

“A nome della squadra le rivolgo un augurio sincero di gioia, successi e di tanta serenità”.

Insigne: “Caro Presidente da napoletano e da innamorato di questa maglia sono felice di questo splendido campionato che ci ha regalato tante emozioni. Il mio augurio è che il Napoli possa centrare in futuro quei traguardi che questa Società merita. Un affettuoso augurio di buon compleanno”.

Ed allora auguri Presidente. Da tifoso la ringrazio per tutto: da Mazzarri ad Ancelotti passando per lo straordinario gioco di Sarri; dal Cittadella al sogno scudetto; da Martina Franca a Madrid.

Fare impresa in Italia è complicatissimo, farla a Napoli (e bene) è da eroi…

Buon compleanno!